Cile: prima Scuola EdC

Cile: prima Scuola EdC

"Fundamentos de la 
Economía de Comunión. La persona al centro"


Si è conclusa l’8 luglio a Santiago del Cile la prima Scuola di Economia di Comunione (EdC) che si tiene nel Paese andino, organizzata dalle Università “Silva Henriquez” e “Santissima Concepciòn”, in collaborazione con l’Istituto Universitario Sophia.

 

La prima occasione di incontro tra le università cilene promotrici dell’iniziativa e lo IUS risale al maggio 2011, quando i decani delle due istituzioni accademiche di Santiago del Cile parteciparono all’Assemblea internazionale di EdC che si svolse presso la cittadella brasiliana dei Focolari, nei pressi di São Paulo. La conoscenza reciproca si rafforzò ulteriormente quando i decani delle due Facoltà di “Economía y Administración de Empresas” fecero visita allo IUS, qualche mese dopo, nel settembre 2011. Si è giunti così a elaborare il progetto, la cui proposta si è integrata efficacemente nel percorso degli studi economici delle due Facoltà.

 


 

Benedetto Gui, professore di economia politica allo IUS, oltre che ordinario presso l’Università di economia di Padova, riporta alcune impressioni conclusive:


“Un'esperienza nuova per questi giovani. Nuovi sono i messaggi che hanno ricevuto, gli stimoli culturali che, questa mattina, al momento di tracciare un bilancio dell’iniziativa, li hanno portati ad esprimere soddisfazione e gratitudine per quello che hanno condiviso.”

 

Il programma, che ha coinvolto con un ruolo attivo 30 studenti e vari studiosi, si è snodato in modo originale tra contributi teorici che hanno delineato il quadro generale, e approfondimenti più specifici. Non è mancata la testimonianza di chi fa impresa facendosi guidare dall’idea della comunione in economia.

“E gli studenti hanno raccolto la particolarità di questo stile imprenditoriale – continua il professor Gui -. Questa Scuola può rappresentare davvero un punto di partenza, non solo per la ricerca accademica sui temi dell’economia civile e di comunione in Cile, ma anche per la nascita di nuove aziende che facciano parte del circuito mondiale dell’EdC: e quale modo migliore per realizzare questo obiettivo che dare ai giovani la formazione necessaria?

I nostri auguri ovviamente sono tutti in questa direzione!”

 

testo: dal sito di Economia di Comunione - luglio 2012

Newsletter Sitemap Contattaci Faq
Licenza Creative Commons
Sophia Home